design>
design>

Piastrelle in cucina, quando la ceramica diventa un elemento d’arredo

Eclettiche e poliedriche, conferiscono all’ambiente carattere e personalità: le piastrelle in cucina sono l’elemento distintivo di spazi di tendenza che non rinunciano alla funzionalità.

Architetti e designer reinterpretano il passato proponendo soluzioni innovative che rispondano alle esigenze della contemporaneità. Ogni composizione si fa così fusione mirabile di senso estetico e performance. È il caso delle piastrelle in cucina, ormai un elemento imprescindibile dell’home decor.

Il filo rosso che lega piastrelle, cucina e design

Mattonelle, pannelli o piastrelle, con focus su decori e finiture: le ultime tendenze in fatto di rivestimenti in cucina guardano prima di tutto all’estetica, senza però rinunciare alla funzionalità dei materiali, tradizionali o ultramoderni.   

Tra questi primeggia indiscusso il gres porcellanato, che ben si adatta a diversi stili grazie agli effetti che riproduce: il cemento per ambienti urban; il legno che richiama il calore del parquet per un gusto shabby chic; la pietra, in composizioni tridimensionali, per movimentare interni contemporanei; la resina per un risultato più uniforme; il cotto in abbinamento ad elementi più contemporanei.

Insomma, che le piastrelle in cucina siano d’epoca o di ultima generazione, ciò che conta è la posa creativa. In questo modo si gioca su effetti a scomparsa o su geometrie ipnotiche, si combinano dimensioni e forme diverse per un unico pattern o si punta su contrasti d’effetto per valorizzare un equilibrato mix di stili, linee e punti luce in cucina.
 

Come scegliere le piastrelle per la cucina

Per scegliere le migliori piastrelle in cucina bisogna considerare prima di tutto la funzionalità: resistenza all’abrasione, alle muffe e ai prodotti chimici, facilità di manutenzione, durata e impermeabilità sono le principali caratteristiche da valutare.

Fondamentale anche la pulizia, che deve essere veloce ed agevole; l’igiene è infatti obbligatoria in cucina. I rivestimenti più all’avanguardia, trattati con ioni d’argento e biossido di titanio, possiedono particolari caratteristiche antibatteriche che non temono alcun tipo di macchia e improvvise variazioni di temperatura.

Come abbinare le piastrelle della cucina

Orientarsi tra la sterminata offerta di pattern e materiali non è sempre facile. Tra le tendenze più in voga compare il mosaico: che sia in forma di piastrelle di vetro per una cucina moderna o di cementine esagonali dall’effetto optical, si tratta di una soluzione perfetta per il backsplash del lavandino, soprattutto quando richiama le nuance del pavimento.

Anche le superfici iridescenti sono ottime per dare luce, mentre le maioliche donano brio senza rinunciare all’eleganza. Le piastrelle decorate per cucina sono senza dubbio molto apprezzate. Richiamano il liberty o l’Art Decò, per un contrasto d’effetto con materiali come il cemento o il metallo: vintage e modernità si fondono e si potenziano vicendevolmente.

Per i pavimenti, i rivestimenti delle ante e i top si può invece puntare sui grandi pannelli di gres. In fatto di piastrelle in cucina la moda del momento - destinata a durare perché poco eccentrica - si concentra su tonalità pastello che valorizzano arredi dalle superfici più scure.

In questo caso non si punta sulla fantasia ma sulla bellezza del materiale, che grazie alla sua opacità pone al centro il lucido di un arredamento color bronzo o nero corvino, insieme al design esclusivo ed elegante degli elettrodomestici Haier.

Scopri gli eleganti elettrodomestici di Haier, per completare il design della tua cucina con un tocco esclusivo.