Blog
Quali vini possono invecchiare in bottiglia? Come sceglierli e conservarli in una cantinetta connessa
20 luglio 2022

Quali vini possono invecchiare in bottiglia? Come sceglierli e conservarli in una cantinetta connessa

“L’attesa del piacere è essa stessa il piacere”: l’invecchiamento del vino in bottiglia rispecchia questa famosa massima… ma non tutte le bottiglie sono inclini a una lunga conservazione.

Che il vino migliori con il passare del tempo, non è sempre vero. Esistono vini più inclini all’invecchiamento in bottiglia e altri vini che, invece, è meglio consumare dopo pochi mesi o anni dalla vendemmia.

Quali sono i vini da invecchiare in bottiglia e come conservarli nel modo più corretto?

Quali vini possono invecchiare in bottiglia?

Nonostante la credenza comune, non tutti i vini possono essere conservati a lungo. Con il passare del tempo il vino modifica il suo corpo ma non è sempre detto che il cambiamento sia in positivo. Può capitare, infatti, che l’invecchiamento di un determinato vino non corrisponda all’evoluzione del prodotto.

Tra i vini italiani che meglio invecchiano in bottiglia troviamo i rossi importanti come il Barolo, il Montepulciano d’Abruzzo, il Brunello di Montalcino, il Chianti Classico o l’Amarone della Valpolicella.

Tra i vini bianchi, invece, quelli più adatti all’invecchiamento sono principalmente tedeschi e francesi come i Borgogna, i Sauvignon Blanc da Sancerre e Pouilly Fumé, i Bordeaux Bianchi, l’Hermitage Bianco.

Quali sono le tempistiche di conservazione di un vino?

Il tempo di conservazione di un vino dipende dalla tipologia del prodotto e dalle sue proprietà. Ecco, quindi, quali sono i tempi consigliabili per la conservazione in bottiglia di diversi tipi di vino.

Quanto può invecchiare un vino rosso?

Generalmente i vini rossi possono essere conservati per un massimo di 3 o 4 anni. Ci sono rossi, però, particolarmente adatti all’invecchiamento in bottiglia, che, con il passare del tempo, affinano le loro qualità e i loro aromi: i rossi corposi, ad esempio, possono essere degustati fino a 15 anni dopo la vendemmia.

Per quanto tempo si può invecchiare il vino bianco?

Per quanto riguarda i bianchi, il discorso è differente. Solitamente si consiglia di degustare i vini bianchi entro 15-24 mesi dalla vendemmia ma, anche in questo caso, per i vini corposi il tempo limite di conservazione si estende fino a 3 o 4 anni.

Quanto tempo si può conservare lo champagne?

Anche lo champagne può maturare in bottiglia ma per quanto tempo si può conservare? Gli champagne sans année, non millesimati, hanno una durata di conservazione minore rispetto a quelli millesimati che possono essere degustati entro 7-10 anni dalla data d’acquisto.

Come conservare il vino per farlo invecchiare

Conservare il vino nel modo corretto aiuta a preservare sapore, aromi e consistenza del prodotto, esaltandone le caratteristiche. Per ottenere il meglio da quei vini che ben si prestano all’invecchiamento in bottiglia è necessario tenere a mente alcune regole d’oro:

  • Conservare le bottiglie lontano da fonti di luce e calore;
  • Evitare di sottoporle a stress e forti rumori;
  • Preferire un ambiente privo di odori;
  • La posizione delle bottiglie dev’essere orizzontale.

Il modo migliore per conservare il vino è riporre le bottiglie nelle apposite cantinette, perché garantiscono tutte le migliori condizioni per conservare il vino in modo professionale. Le cantinette WINE BANK 60 SERIES 7 della linea Aging di Haier garantiscono - oltre alla giusta conservazione – un corretto processo di invecchiamento in bottiglia. Grazie alla funzionalità connessa è possibile ricevere consigli sulla migliore temperatura da impostare e sugli abbinamenti per esaltare aromi e sapori dei cibi degustando il giusto calice.